Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Monte Isola

Onde alte un metro e mezzo, vortici pericolosi: soccorsi 50 nuotatori allo stremo

Il maltempo ha fermato gli atleti che domenica pomeriggio stavano compiendo, a nuoto, il giro di Montisola. La gara è stata sospesa quando le correnti del lago d'Iseo sono diventate pericolose.

Cielo grigio, vento, e nuvole cariche di pioggia: quella di domenica non era proprio la giornata ideale per affrontare, a nuoto, le acque del lago d'Iseo. Anche per gli 'iron man' abituati alle sfide più estreme. Non a caso molti sportivi avevano rinunciato all'ultimo a prendere parte alla gara.

La competizione, prova conclusiva del circuito Swim Federico Troletti, si è svolta comunque e un centinaio di atleti, incuranti delle condizioni meteo, si sono tuffati in acqua a Peschiera Maraglio. Tutto sembrava andare bene, almeno fino a metà gara, quando il lago si è gonfiato e le correnti si sono fatte pericolose. In alcuni punti le onde hanno superato il metro e mezzo - come riporta il quotidiano Bresciaoggi - e si sarebbero pure formati pericolosi vortici: è quindi scattato lo stop forzato della gara e pure  la chiamata al 112.

Nuotatori recuperati dai Vigili del Fuoco

Per recuperare una cinquantina di nuotatori, ormai allo stremo delle forze e in balìa delle correnti, sono intervenuti i Vigili del Fuco: gli atleti sono stati trasferiti sul pontile di Carzano, mente a Sulzano sono arrivate ben sette ambulanze. L'allarme è rientrato velocemente: solo per un atleta si è reso necessario il trasporto in ospedale per accertamenti, mentre una ventina di nuotatori, che presentavano segni di ipotermia, sono stati affidati alle cure dei sanitari arrivati sul posto.

È andata bene, per fortuna: la prontezza e la perizia degli organizzatori nel sospendere la gara al momento opportuno ha infatti evitato conseguenze ben peggiori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Onde alte un metro e mezzo, vortici pericolosi: soccorsi 50 nuotatori allo stremo

BresciaToday è in caricamento