menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina con la maglietta di Gomorra, ragazzo di paese subito riconosciuto

Maglietta di Gomorra, taglierino in tasca, collant sul viso: vestito così ha cercato di rapinare l'ufficio postale del suo paese, a Montirone. Ma è stato arrestato in poco più di un'ora

Maglietta di Gomorra, taglierino in tasca, collant sul viso: e andiamo a rapinare l'ufficio postale. Una rapina che sarebbe stata una farsa, se non per le lievi ferite riportate da uno dei clienti aggredito e minacciato con un taglierino. La goccia che ha fatto traboccare il vaso: gli altri clienti avrebbero riconosciuto il giovane rapinatore, e quasi inseguito.

Se l'è scappata a gambe levate, ovviamente senza rubare nulla. Il protagonista della rapina mancata è un 20enne di origini ucraine, ma residente da tempo in paese, a Montirone. Giovedì mattina, intorno alle 9, si è presentato all'ufficio postale con un collant in testa, un taglierino e appunto la maglietta di Gomorra.

Sarebbe stato riconosciuto fin dalla voce, poi invitato a desistere, alla fine inseguito e quasi malmenato. Non ci è voluto molto per rintracciarlo: i Carabinieri hanno bussato a casa sua, circa un'ora più tardi.

E lo hanno trovato, seduto sul divano, che ancora indossava la stessa maglietta. Il giovane è stato arrestato, in attesa della decisione del giudice, accusato di tentata rapina e lesioni.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento