menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Folle aggressione: minaccia la moglie con un machete, distrugge la casa del vicino

Arrestato a Montirone il 49enne che ha aggredito e minacciato la moglie, e poi ha devastato la casa del vicino

E' il terzo episodio di violenza contro le donne, inaudita e incontrollata, in pochi giorni nel Bresciano: amanti, compagne o moglie prese di mira, vessate e picchiate da mariti e compagni fuori di sé. Dal tentato omicidio di Nave, conclusosi con l'arresto di Filippo Vitello, 34 anni, al raptus di follia di Coccaglio, dove il 59enne Giuseppe Vitali – anche lui arrestato – ha ferito moglie e figlia con un martello.

Minacce di morte con il machete

Purtroppo è successo di nuovo, solo pochi giorni fa a Montirone: lo scrive il Giornale di Brescia, riferendo dell'arresto di un operaio bresciano di 49 anni, reo di aver minacciato di morte la moglie armeggiando con un machete, e di aver aggredito il vicino di casa, non dopo avergli devastato la casa. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri di San Zeno.

L'episodio risalirebbe a martedì scorso, poco prima della mezzanotte. Una folle scena di gelosia avrebbe scatenato la furia del 49enne, convinto che la moglie di 41 anni – sono sposati da quasi 20, con due figli – avesse una relazione extraconiugale con il vicino di casa. A nulla sono servite le parole della donna, per calmarlo.

Lunghi attimi di follia

Ha preso un machete, l'ha minacciata dalla cucina al salotto. Poi è uscito sul balcone, ha chiamato in causa il suo vicino, ha scavalcato la recinzione e gli è piombato in casa, gli ha distrutto mobili e suppellettili, mentre la moglie disperata chiamava il 112, in lacrime. I carabinieri sono arrivati in pochi minuti.

Il 49enne, sfogata la rabbia, è tornato in casa e si è chiuso dentro. Non facili le trattative per farsi aprire: ma alla fine i militari sono riusciti ad entrare, e l'hanno arrestato. Una storia che sarebbe proseguita per anni: la moglie vessata e malmenata, anche di fronte ai figli. Non l'aveva mai denunciato, per paura di violente ritorsioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento