menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Diserbante sui fiori, lapidi distrutte a martellate: misteriosi atti vandalici al cimitero

Colpirebbero sempre le lapidi delle stesse famiglie, e ormai da quasi due anni: tra i vandali in azione anche un'anziana signora. Mistero al cimitero di Montichiari

Lo strano caso dei vandali al cimitero di Montichiari: lapidi sbeccate e danneggiate, diserbante sui fiori e sulle piante delle tombe. Lo scrive Bresciaoggi: una signora di 75 anni ha fatto denuncia ai carabinieri, e ha inviato anche una diffida al Comune. I militari hanno piazzato in zona delle telecamere nascoste: incredibile ma vero, tra i responsabili degli atti vandalici ci sarebbe anche un'anziana signora che abita a Vighizzolo.

Ma gli accertamenti sono in corso. Non si esclude al momento, ovviamente, che i raid siano stati compiuti più volte e da persone diverse. Il modus operandi è sempre lo stesso, e si ripeterebbe ormai da un paio d'anni. Come detto diserbante nei vasi di fiori e sulle piante, di modo che secchino e muoiano.

Colpi di martello sulle lapidi

E poi colpi di martello sulle lapidi, danneggiamenti vari. E una serie di circostanza che non fanno più pensare a semplici coincidenze: tra le “vittime” dei raid ci sono in particolare i defunti che abitavano nella frazione di Boschetti, come appunto il marito della donna di 75 anni che per prima ha denunciato l'accaduto.

Insomma, che succede a Montichiari? Come se qualcuno avesse preso di mira gli ex residenti del quartiere e le sue famiglie. Il mistero si fa fitto: chissà cosa si nasconde, dietro questo raptus ripetuto di rabbia e danneggiamenti, e che a quanto pare coinvolgerebbe anche un'anziana signora, forse colei che ne sa più di tutti, su quanto sta succedendo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento