Cronaca

Tenta il suicidio in garage: la fidanzata lo salva, poi scappa dall’ospedale

Salvato appena in tempo dalla fidanzata: dopo il suicidio mancato scappa dall'ospedale, le forze dell'ordine lo ritrovano a casa e lo sottopongono a un trattamento sanitario obbligatorio

Foto di repertorio

Con una corda al collo ha cercato di togliersi la vita nel garage di casa, ma è stato salvato appena in tempo dalla fidanzata (che ha chiesto aiuto anche ai vicini). Accompagnato in ospedale per accertamenti, in meno di un'ora è fuggito dal pronto soccorso, ed è tornato a casa dicendo alla compagna di essere stato dimesso.

Rintracciato nuovamente, è stato sottoposto a un Tso, un trattamento sanitario obbligatorio. E' successo a Montichiari, nella notte tra lunedì e martedì. Il protagonista del mancato suicidio (per fortuna) è un bresciano di 44 anni che abita in Via Guerzoni, insieme alla fidanzata.

In passato qualche problema di droga, forse qualche residuo di instabilità nella sua mente: la compagna lo ha trovato in garage, lo ha salvato con i vicini, lo ha accompagnato in ospedale ed è tornata a casa. Qui se l'è ritrovato circa un'ora più tardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il suicidio in garage: la fidanzata lo salva, poi scappa dall’ospedale

BresciaToday è in caricamento