menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Q-Cumber, lo studio continua: solo a Montichiari migliaia di segnalazioni

Il prossimo 21 settembre la presentazione alla cittadinanza del primo cluster di dati estrapolato dallo studio di impatto ambientale partecipato Q-Cumber. Ieri pomeriggio la consegna ufficiale dei risultati agli enti territoriali

Mancano meno di due settimane alla presentazione del primo cluster di dati estrapolato dallo studio di impatto ambientale Q-Cumber, innovativo sistema di monitoraggio del territorio ideato e realizzato da Algebra srl, capitanata dall’ingegner Giuseppe Magro, e finanziato dai tre soci attivi, il citato gruppo di lavoro tecnico, il Comune di Montichiari, il Comitato SOS Terra. Un Geo Social Forum che ha già fatto parlare di sé, tanto che è stato selezionato tra le 100 idee che potrebbero cambiare il mondo, iniziativa voluta dal Governo inglese in occasione delle Paralimpiadi ancora in corso, in collaborazione con i mostri sacri dell’innovazione mondiale come Google, Cisco System, Intel.

Ieri pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Montichiari la firma a sei mani e la consegna ufficiale della prima serie di dati agli enti che verranno poi chiamati in causa, la Provincia e la Regione ma anche ASL e ARPA. In sala, oltre a Magro, anche il sindaco Elena Zanola e il presidente di SOS Terra Gianluigi Rosa: “Un lavoro molto impegnativo – ha spiegato proprio il primo cittadino – ma che avrà una risonanza internazionale. Per la prima volta insieme, cittadini e Comitati, per dire basta alla persecuzione che da 30 anni attanaglia il nostro Comune. Q-Cumber è solo all’inizio ma siamo comunque soddisfatti: abbiamo di fronte un vero patrimonio per il futuro, anche in ottica PGT”.

La possibilità dei cittadini di partecipare per davvero, segnalando in primis le molestie olfattive più fastidiose (con apposito applicativo) oppure di lasciare comunque un segno, con i cosiddetti ‘post rossi’ più generici e che possono riferirsi ad ogni tipo di criticità. Il tutto scientificamente miscelato, tra condizioni atmosferiche e stazioni di rilevamento, zone di impatto e zone residenziali. “La bella risposta delle persone, con migliaia di segnalazioni – aggiunge Rosa – e la consapevolezza che Q-Cumber continuerà a crescere, e che sicuramente non si fermerà a Montichiari e dintorni. Un momento storico in cui potrà aprirsi una nuova fase, che va oltre il dialogo. Siamo come un piccola palla di neve che scende a valle, e diventa una valanga! Il cittadino non è più solo spettatore, ora è un protagonista”.

Ancora niente dati ufficiali, il tutto è rimandato alla serata del 21 settembre prossimo, sempre in Piazza Municipio, dalle ore 21. Allora sarà tutto più chiaro: “Gli uomini e le donne sono parte integrante del territorio – conclude Giuseppe Magro – e con il nostro sistema diventano una misura fondamentale d’analisi, come se fossero dispositivi di monitoraggio viventi e pensanti. In grado di segnalare non solo gli odori ma anche tutte le problematiche, i potenziali pericoli sul territorio, gli elementi di particolare vulnerabilità”.

Mancano meno di due settimane all’esposizione dei primi “esiti specifici”, delle prime “codifiche strutturali”. Perché i dati inseriti “hanno un valore enorme”, un potenziale sistema di monitoraggio costante ma in grado di attivare “qualcosa che vada oltre il semplice studio ambientale”, perché in Italia, di quegli studi, “ne abbiamo pieni i cassetti”. Un sistema che si evolve, e Q-Cumber è in costante aggiornamento: presto sarà inserita una finestra ulteriore, con stringhe di possibilità extra, per una sempre maggiore precisione tecnica.

Più di 100mila accessi, migliaia di segnalazioni, quasi 2000 click sull’applicativo odorifero. Tutto quanto autofinanziato, dai tre soci di cui sopra: Comitato, Algebra e Comune. La raccolta fondi intanto continua, prossimo appuntamento per il 22 e il 23 settembre con Energia Verde, due giorni di sport e 15 diverse attività, per famiglie e per bambini, e un piccolo contributo che verrà subito reinvestito in quello studio di impatto che a quanto pare farà davvero scuola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid Bollettino Lombardia del 18 aprile 2021: tutti i dati

  • Cronaca

    Party a bordo vasca per 15 persone: tutti denunciati

  • Cronaca

    Auto in fiamme, coppia scende un attimo prima del disastro

  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento