Maschere di carnevale e pistole in pugno: rapina shock, colpo da 3.000 euro

Banditi in fuga sulla Provinciale: scappati a piedi, forse un complice ad aspettarli. Colpo da 3mila euro alla sala slot Montecarlo di Ghedi

Una maschera “Bautta” (foto d'archivio)

Assalto da “paura” alla sala slot Montecarlo di Ghedi, sabato notte: una coppia di banditi si è presentata all'orario di chiusura, intorno alle 3, armati di pistola (solo successivamente sarà verificato che erano innocue) e indossando una maschera “Bautta”, l'inquietante travestimento del Carnevale di Venezia (una maschera con lo sguardo cupo, senza bocca e con il volto deformato).

In fuga coi contanti

L'assalto purtroppo è riuscito: l'unico dipendente presente in quel momento nella sala, minacciato a pistole in pugno, si è sdraiato a terra con le mani dietro la testa. I due rapinatori sono così riusciti ad impossessarsi del bottino, circa 3000 euro in contanti che erano già stati inseriti nella busta pronta da trasferire nella vicina cassa continua.

Una volta presi i soldi, i banditi sono scappati a piedi: non si esclude che poco lontano ci fosse un terzo complice ad aspettarli, in macchina e con il motore acceso. Sull'accaduto indagano i carabinieri: al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere di videosorveglianza, dentro e fuori dal locale.

Pistole a salve

Da Via Mazzini, dove trova posto la sala slot, i rapinatori sarebbero scappati a piedi fino a raggiungere la vicina zona industriale. Qui sarebbero saliti a bordo dell'auto che li aspettava, per poi fuggire lungo la Sp668. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quanto pare l'unico segno concreto del loro passaggio è il caricatore a salve, lasciato nel piazzale forse dopo aver sparato anche qualche colpo in aria, con tono intimidatorio. Poi nient'altro, nessuna traccia: un colpo da professionisti. Ora si attende il responso delle telecamere: sarà decisivo per le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento