Quattro cinesi arrestati. Sfruttavano immigrati clandestini

I carabinieri di Montichiari hanno arrestato quattro imprenditori cinesi. Gestivano laboratori artigianali in cui si lavorava 7 giorni su 7, per 12 ore giornaliere.

Quattro imprenditori cinesi sono stati arrestati con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina. A essere fermati sono stati tre uomini e una donna: C. S. (32 anni), H. J. (41 anni), H. M. (25 anni) e H. G. (45 anni). Sono state inoltre sequestrati cinque laboratori dove venivano confezionati dei capi di abbigliamento, situati tra Vighizzolo, Novagli e Bredazzane.
 
Al loro interno, sono stati trovati una quarantina i lavoratori, tutti sprovvisti del permesso di soggiorno, a cui venivano inflitti orari di lavoro massacranti per tutti i sette giorni della settimana, 12 ore giornaliere per tre euro l’ora.
 
I laboratori fungevano anche da dormitori, con condizioni igieniche pessime. Gli arrestati sono stati portati nei carceri di Verziano e Canton Mombello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

  • Fontana: "Lombardia sarà zona rossa, lo dice Speranza. Non ce lo meritiamo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento