menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Imprenditore accoglie i profughi e li fa lavorare (in nero) nel suo ristorante

Il blitz della Polizia Locale di Montichiari, nei locali di un noto ristorante del paese: il titolare è un imprenditore che negli ultimi mesi avrebbe accolto un centinaio di profughi. In due lavoravano in cucina

Profughi accolti da un imprenditore, che li fa lavorare in nero nel suo ristorante: succede a Montichiari, dove la Polizia Locale (probabilmente a seguito di una segnalazione) ha scoperto due giovani richiedenti asilo impegnati a lavorare nella cucina di un noto locale della città, addirittura vestiti con le divise del ristorante.

Sono entrambi ospiti di una famiglia di imprenditori, che in tutto (negli ultimi mesi) è riuscita ad accoglierne circa un centinaio. Si tratterebbe di un caso isolato, ma il sospetto che la cosa possa essere reiterata non manca.

I due erano impegnati in cucina, senza contratto e senza una paga regolare: forse pagati in nero, forse nemmeno quello. Per il titolare del ristorante è scattata una triplice segnalazione: all'Inps, all'Ats e all'Ispettorato del Lavoro. Il Comune di Montichiari intanto annuncia controlli a tappeto, in tutto il territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento