Fa scoppiare botti e petardi durante la messa, arrestato giovane operaio

L'episodio a Montichiari la Vigilia di Natale, denunciato l'autore: si tratta di un operaio del paese

Foto di repertorio

Un botto dopo l'altro sul sagrato della chiesa, poi il fuggi-fuggi generale dalla messa di Natale. Aveva scatenato il panico nella notte del 24 dicembre tra i fedeli riuniti nel Duomo di Montichiari, lanciando petardi e mortaretti proprio a ridosso dell'ingresso della basilica, e non l'ha passata liscia.

Contrariamente a quanto ipotizzato in un primo momento, non si è trattato di una 'bravata' di un ragazzino del paese, ma del folle e assurdo gesto messo a segno da un adulto. Il responsabile delle esplosioni - che hanno suscitato prima paura, poi rabbia e indignazione - è un operaio di 37 anni, residente in paese.

A inchiodarlo sono stati gli agenti della Polizia Locale della cittadina, al termine di un'indagine lampo. Dopo aver lanciato tre o più petardi, l'uomo si era infatti dileguato nella fitta nebbia e nessuno dei presenti era riuscito a fermarlo. Nei confronti del 37enne è scattata una denuncia per accensioni ed esplosioni pericolose. Ancora da chiarire se l'operaio abbia agito da solo o con la complicità di altre persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento