L'ambulanza va troppo veloce: multa da 170 euro e 3 punti in meno

Multa da 170 euro (e tre punti in meno dalla patente) per il conducente di un'ambulanza della Croce Bianca di Montichiari

Foto d'archivio

L'autovelox non perdona: multata anche un'ambulanza. E' successo a Montichiari, dove gli agenti della Polizia Locale, in servizio con il telelaser, hanno intercettato un'autolettiga della Croce Bianca che a quanto pare viaggiava a circa 80 chilometri orari in una zona di Vighizzolo dove il limite è di 50. Senza sirene e lampeggianti: dunque la vettura è stata raggiunta e fermata, e il conducente multato di 170 euro. Gli saranno levati anche tre punti dalla patente.

La situazione ha scatenato non poche polemiche. Per via della sanzione, appunto, commutata a un'associazione di volontari che si occupa di interventi per l'emergenza-urgenza e di altre attività sociali. Ma se l'emergenza in quel momento non c'era, non c'era nemmeno la deroga al superamento dei limiti di velocità.

Nessuna emergenza, quindi la multa

Lo riferisce al Giornale di Brescia il comandante della Polizia Locale di Montichiari, Cristian Leali: “L'ambulanza procedeva a 80 km orari in un tratto dove vigono i 50. Quindi 30 in più sul limite previsto, senza sirene e senza lampeggianti accesi, a dimostrazione che l'Areu non aveva autorizzato quell'intervento come emergenza, dunque in deroga al rispetto delle norme del Codice della strada”. Quindi, dice ancora Leali, in quel momento non c'era “una precisa ragione di emergenza che giustificasse quella velocità eccessiva”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma pare che la storia di questa multa non finisca qui. Sarebbe già stato chiesto il parere del Prefetto, massima autorità in materia. E al momento non si esclude che possa venire avviato un ricorso vero e proprio. Intanto il dibattito è acceso. Chi ha ragione?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Porta una sedia in giardino, gli cade sopra: carotide recisa, muore a 44 anni

  • Tempesta nella notte: frane e fiumi straripati, paese in ginocchio

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Lago di Garda, prurito quando si esce dall'acqua: è la "dermatite del bagnate"

  • Lombardia, primo morto Covid dopo 5 giorni: un 81enne di Lumezzane

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento