Artigiano fa prostituire la moglie con in casa le loro bimbe di 2 e 10 anni

L'aguzzino della donna è un artigiano italiano di 30 anni

Foto di repertorio

Mentre lui lavorava come artigiano, la moglie doveva restare a casa a prostituirsi ("ma non più di due clienti al giorno, o diamo nell'occhio": così le aveva ordinato). Ad aggravare ulteriormente la terribile situazione, il fatto che nell'abitazione vivevano anche le figliolette di 2 e 10 anni.

Teatro della vicenda il Comune di Montichiari. L'aguzzino della giovane donna, una 28enne romena, è un artigiano italiano di 30 anni. Quando arrivavano i clienti, racconta il Giornale di Brescia, la ragazza si chiudeva in camera da letto per non far entrare le bimbe; altre volte venivano mandate in cortile a giocare. Per fare prostituire la moglie, l'uomo aveva anche pubblicato un annuncio su un sito di incontri a luci rosse: "Solo appuntamenti a casa", veniva specificato.

Ora l'incubo è finito. L'artigiano è stato denunciato per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Ancora da accertare con chiarezza se la donna agisse su costrizione o di sua volontà, ma, al momento, risulta essere vittima delle angherie del marito.

E' intervenuta anche la Procura dei Minori. Dopo un provvedimento firmato dal sostituto procuratore Lara Ghirardi, le due bambine sono state tolte ai genitori e affidate a una struttura protetta lontana da Montichiari. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • Per la figlia avuta da Renga, Ambra sogna un futuro da Aurora Ramazzotti

Torna su
BresciaToday è in caricamento