Terreno contaminato, a rischio anche la falda: si teme un’emergenza ambientale

La diffida della Provincia di Brescia alla Matras di Montichiari: tempo sette giorni per presentare un piano di messa in sicurezza

Foto d’archivio

Sotto terra tracce di idrocarburi, già rilevate dall’Arpa. E poi oli esausti, plastica, scarti da demolizione. Adesso l’azienda ha tempo una settimana per presentare un piano di messa in sicurezza dell’area. E poi un altro mese per un piano di caratterizzazione dei rifiuti presenti nel sottosuolo. Tutto questo in una situazione quasi di “emergenza”, con il rischio di contaminazione anche della falda.

Lo scrive Bresciaoggi: l’azienda sotto “esame” è la Matras Tank Wash di Montichiari, in un’area da circa 10mila metri quadrati che tra l’altro era già stata sequestrata tre anni fa dalla Polizia Locale. Nei terreni, come appunto ha rilevato Arpa, sarebbe ormai presente una significativa contaminazione da idrocarburi.

Una “presenza” ingombrante e pericolosa, e che potrebbe andare a contaminare anche la falda acquifera. Con tutte le conseguenze del casa. In questi ultimi giorni è intervenuta anche la Provincia di Brescia, che appunto ha notificato alla Matras la diffida di una settimana, per il piano di sicurezza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Ucciso dalla malattia, addio al giovane Davide: "Lascia dei ricordi bellissimi"

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

Torna su
BresciaToday è in caricamento