Green Hill: le condizioni dell'attivista si aggravano

Alexander, 45enne della provincia di Milano, è ricoverato in terapia intensiva e non ha più ripreso coscienza in seguito all'arresto cardiocircolatorio. Le sue condizioni sarebbero più gravi di quanto apparso in un primo momento

Le condizioni di Alexander sarebbero sempre più gravi, da quanto si potuto sapere dalla sorella rintracciata dai giornalisti. L’uomo di 45 anni, originario del milanese, che si è sentito male intorno all’una di martedì mattina nel corso del presidio anti Green Hill, è ricoverato in terapia intensiva e non ha più ripreso coscienza in seguito all'arresto cardiocircolatorio: attualmente è tenuto in coma farmacologico dai medici.

Alexander è uscito dal coma e cerca di parlare

Intanto, ieri, le forze dell'ordine hanno comunicato ai manifestanti la decisione di spostare il presidio in una zona marginale di Montichiari, Gli attivisti sono però in queste ore ancora in piazza, anche perché il luogo in cui è stato deciso di spostarli è quello dell’area industriale della cittadina bresciana, più vicino a Green Hill, ma inadatto per poter dare visibilità alla protesta.

Questa notte al presidio hanno dormito ancora in sette, e alcuni cittadini hanno offerto le loro case per dare un po' di ospitalità contro il freddo, dato che portici e tende sono stati vietati dalle autorità.

Il sindaco scrive alla Brambilla: "La smetta di mentire!"
Green Hill: organizzata protesta in Regione per il 23 dicembre

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Coronavirus, nel Bresciano quasi 7000 casi e oltre 1000 decessi

Torna su
BresciaToday è in caricamento