Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Le Fiat 500 vanno a ruba: dieci colpi in tre mesi

Negli ultimi mesi incredibile escalation di furti delle amate utilitarie torinesi, cannibalizzate sul posto o sparite del tutto.

In un caso è scomparso l’intero cruscotto, in un altro a sparire è stato il blocco del cambio. Più spesso tocca agli specchietti, alle ruote, o all’intero veicolo. Stiamo parlando delle Fiat 500, oggetto ambitissimo dai malviventi a Montichiari, come raccontato sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane. 

Negli ultimi tre mesi è stato calcolato che sono dieci i veicoli ad essere stati oggetto delle “attenzioni” dei ladri. L’ultimo caso solo pochi giorni fa, con una 500 sparita dal parcheggio dell’ospedale, un’area di sosta incustodita a seguito della cessazione della convenzione tra la struttura ospedaliera e la Polizia Locale, che fino a poco fa presidiava la zona. Una volta è toccato anche ad una 500 storica, evidentemente ambita non solo dai collezionisti.  A livello nazionale, la piccola utilitaria torinese è terza nella speciale classifica delle auto più rubate, dopo Panda e Punto. Una curiosità: nel 2015 in Italia sono state rubate in media 14 vetture all'ora.

Solo poche settimane fa, sempre a Montichiari, in aperta campagna, venne scoperto l’ennesimo covo utilizzato dai ladri d’auto per cannibalizzare i veicoli. L’obiettivo è sempre lo stesso: immettere nel mercato della ricettazione pezzi di ricambio a prezzi “concorrenziali”, in alcuni casi rubati su commissione.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Fiat 500 vanno a ruba: dieci colpi in tre mesi

BresciaToday è in caricamento