Mamma e figlio spacciatori provetti, a casa e al parco: la droga nel lampadario

Blitz congiunto di Carabinieri e Polizia Locale: arrestati una donna di 54 anni e il figlio 27enne. Insieme gestivano un giro di spaccio tra Montichiari e Carpenedolo

Sequestro di hashish (foto d'archivio)

Un'insolita famiglia: mamma e figlio insieme per la vita e per lo spaccio. Sono stati entrambi arrestati, a seguito del blitz congiunto di Carabinieri e Polizia Locale: in casa nascondevano diverse centinaia di grammi di hashish, droga che poi veniva rivenduta sui mercati di Montichiari (dove abitavano) e Carpenedolo.

Da tempo erano tenuti d'occhio dalle forze dell'ordine: sia la donna, di 54 anni, che il figlio 27enne avevano alle spalle diversi precedenti e per reati specifici, legati alla droga. Già beccati in passato, ma nonostante questo senza nessuna intenzione di smettere.

Il blitz delle forze dell'ordine

Militari e agenti sono intervenuti quando il figlio è uscito di casa, per fare una consegna: non aspettavano altro che poterlo beccare in flagranza. In tasca aveva alcune dosi di “fumo”, già pronte per la vendita: a seguito di successiva perquisizione domiciliare è stata trovata altra droga leggera nella borsetta della madre, e invece qualche panetto (dal peso anche di 100 grammi l'uno) nascosto nel lampadario della camera da letto.

A seguito di indagini accurate e appostamenti sono stati ricostruiti nel dettaglio tutti i loro movimenti. Negli ultimi mesi sono stati visti spacciare a decine e decine di persone, adulti e ragazzini forse anche minorenni. Madre e figlio si dividevano i compiti, con meticolosa organizzazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un affare di famiglia

A turno si occupavano dello spaccio nelle varie zone che ormai erano diventate quotidiane. Il giovane in particolare si dedicava allo spaccio nei parchi, sia a Montichiari che a Carpenedolo. La donna invece si occupava delle consegne a domicilio. Entrambi accoglievano comunque i clienti anche sotto casa. Fino alle manette: visti i loro precedenti, difficilmente riusciranno a evitare il carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

Torna su
BresciaToday è in caricamento