Incubo in albergo: rinchiude la ex e la riempie di botte per convincerla a sposarlo

Giovane donna salvata dalla polizia dopo 48 ore di percosse: lui avrebbe pure provato a strozzarla.

48 ore d'inferno, tanto è durata la prigionia di una 36enne di origine marocchina: rinchiusa in una stanza di un hotel di Montichiari e picchiata dall’ex fidanzato che voleva convincerla a firmare un contratto di nozze.

Presa a calci e pugni per 48 ore

A salvarla l’allarmante chiamata effettuata dal personale dell’hotel e il conseguente arrivo della polizia locale di Montichiari. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nella camera, hanno trovato la 36enne in lacrime: addosso aveva gli evidenti segni delle percosse subìte. Il suo corpo era pieno di lividi, provocati dalle raffiche di calci e pugni con cui l’ex - un operaio 46enne della provincia di Mantova - l’avrebbe più volte colpita. Non solo: aveva segni di strangolamento sul collo. Proprio poco prima del blitz della locale, il 46enne avrebbe infatti provato a strozzarla.

I fatti sono accaduti a ridosso di Natale. Con la scusa di un tentativo di riconciliazione, il 46enne avrebbe convinto la ex a raggiungerlo in albergo. Ma una volta arrivata la giovane donna è stata trascinata in camera, rinchiusa e privata del cellulare. Il motivo? Lui voleva obbligarla a firmare un contatto matrimoniale: ad ogni rifiuto avrebbe brutalmente picchiato la donna.

Il blitz e l'arresto

I rumori e le grida hanno allarmato il personale della struttura, così il 27 dicembre è scattata la chiamata alla polizia. Dopo il blitz, per il mantovano sono scattate le manette e si sono aperte le porte di Canton Mombello. Ma in prigione non ci è rimasto molto: il giudice per le indagini preliminari, al termine dell'interrogatorio di convalida, ha infatti disposto la scarcerazione. Il 46enne non potrà abitare a Montichiari e ha il divieto assoluto di avvicinarsi alla ex. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento