Cronaca Montichiari

Il Tar accoglie il ricorso: si potrà scavare nella "discarica dei veleni"

Via libera della Provincia di Brescia alla ripresa dell'attività estrattiva nell'Ambito Territoriale 45 di Montichiari: potranno essere estratti fino a 262mila metri cubi di materiale

Accanto al chiacchierato “cimitero” di rifiuti (ad oggi non si sa ancora con precisione cosa si nasconda sotto terra) presto si comincerà a scavare: ma non per una qualche operazione di bonifica quanto piuttosto per riprendere l'attività estrattiva dell'Ambito Territoriale 45, in territorio di Montichiari, così come prevede l'autorizzazione della Provincia di Brescia.

Lo scrive Bresciaoggi: nell'area ricompresa dall'Ate45, che occupa in tutto quasi 150mila metri quadrati, potranno essere estratti fino a 262mila metri cubi di materiale. Magra consolazione: la quota è stata praticamente dimezzata rispetto alla previsione originaria, che si avvicinava ai 550mila mc.

Ci sono anche delle prescrizioni: interventi immediati in caso di sversamenti accidentali e dunque in caso di rischio di contaminare la falda, oltre all'obbligo di scavare a una distanza di sicurezza non inferiore ai 10 metri rispetto a dove sono sepolti i rifiuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar accoglie il ricorso: si potrà scavare nella "discarica dei veleni"

BresciaToday è in caricamento