Montichiari, scoperta casa a luci rosse. Denunciata cittadina cinese

Gli agenti della polizia locale hanno scoperto l'attività grazie alla segnalazione di una donna che aveva seguito il marito

Un appartamento sotto sequestro e una 40enne cinese denunciata per sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. È il risultato di un’operazione messa a sego dagli agenti della polizia locale di Montichiari, nel bresciano.

I vigili, infatti, hanno scoperto un appartamento in cui una cinese di 43 anni accoglieva diversi clienti per incontri a luci rosse. A scoprire il tutto e a segnalare il fatto alla polizia locale è stata la moglie di uno dei clienti che, dopo aver sentito dire dal marito che andava a sottoporsi a un massaggio, lo ha seguito fino alla palazzina.

Quando gli agenti in borghese si sono recati nella palazzina hanno notato un sospetto via vai di persone. All’interno dell’appartamento hanno trovato numerosi preservativi e oltre 2mila euro in contanti — somma sequestrata perché ritenuta provento dell’attività illecita. Non solo: i vigili hanno scoperto che la 43enne era clandestina e operava nelle stanze prese in affitto da una connazionale di 40 anni residente a Milano. Nei suoi confronti sono scattate le denunce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento