Profumo di "maria" dal garage: un condomino ci teneva 53 piante di Cannabis

I residenti nella palazzina hanno messo in allerta la Polizia locale, che tra garage e appartamento ha trovato tutto il materiale per produzione e spaccio

Fonte: web

Un sofisticato impianto di illuminazione e aerazione per poter coltivare anche nel garage. Per realizzare il suo scopo, un 43 enne non ha badato a spese ed ha messo in piedi un vero e proprio laboratorio sotterraneo per la produzione di cannabis. Tutto è venuto alla luce però a causa del profumo della vegetazione percepito dagli altro condomini, che hanno denunciato il tutto alla Polizia locale. 

La storia giunge dalla Fascia d'Oro di Montichiari. L'impianto - illuminazione artificiale 24 ore al giorno, e tubi per l'aerazione - è stato realizzato nel garage di una palazzina, mentre nell'appartamento si trovavano altre piante fatte germogliare e crescere grazie a un impianto di riscaldamento. Nell'appartamento non ci viveva nessuno: il proprietario, un 43enne del posto, era domiciliato a Brescia con la madre. 

Il fermo dell'uomo è avvenuto ad opera degli agenti della Locale che l'hanno raggiunto nell'azienda di Castel Mella dove lavora. In totale sono state sequestrate 54 piante di cannabis - dalle quali sarebbe stato ottenuto un raccolto di 6 chilogrammi di "maria" - e tutti gli strumenti per il confezionamento delle dosi. L'arresto del 43enne è stato convalidato, l'uomo è ai domiciliari in attesa del processo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento