menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Chiuso autolavaggio: sfruttava i richiedenti asilo con una paga da fame

Sotto sequestro l'attività che si affaccia su via Madonnina a Montichiari. Indagini in corso.

I sigilli ci sono ed è impossibile non notarli, ma i motivi del sequestro penale non sono ancora stati ufficializzati. Chiusura forzata per l'autolavaggio di Montichiari che si affaccia su via Madonnina: nelle scorse ore la polizia locale ha messo sotto sequestro l'area.

Il blitz è scattato nella mattina di giovedì, insieme agli accertamenti degli agenti guidati dal comandante Cristian Leali. Al centro della vicenda tre giovani lavoratori, tutti richiedenti asilo, che non avrebbero mai ricevuto lo stipendio pattuito.

Il proprietario dell'autolavaggio, un 30enne indiano ora denunciato per caporalato, avrebbe firmato loro un contratto, ma li avrebbe pagati la metà (4 euro all'ora) per lavorare il doppio rispetto a quanto stabilito; alla fine gli operai restavano sul posto per 12 ore. Inoltre, gli agenti della Locale non escludono che possano essere state falsificate le buste paga. L'area resta sotto sequestro penale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento