Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Monticelli Brusati

L'acqua si tinge di bianco, decine di pesci morti: è allarme inquinamento

Un altro episodio di inquinamento nel Bresciano

“Ecco come appariva il torrente Gandovere in Via Europa, sul retro delle fabbriche a ridosso del ponte pedonale. Numerose carcasse di pesci morti: alcune sono state prelevate come campioni da esaminare dal dipartimento veterinario di Rovato. L'acqua era bianca e torbida. Le indagini sono in corso, ma sorprende sempre pensare che qualcuno proprio non si renda conto che la natura è un  bene per tutti, nessuno escluso”.

E' questo il post su Facebook di Emanuela Alberti, volontaria dello Sva di Legambiente, il servizio di Sorveglianza e vigilanza ambiente, che ben descrive la situazione a dir poco anomala apparsa agli occhi dei cittadini che per primi si sono accorti del probabile disastro, sabato mattina a Monticelli Brusati.

Il percorso del torrente Gandovere

Il torrente Gandovere, ricordiamo, ha origine da due rami (uno tra i Comuni di Ome e Brione, l'altro proprio a Monticelli Brusati) per poi ricongiungersi in direzione di Rodengo Saiano e Gussago. Non è la prima volta che lungo il corso d'acqua vengono segnalati episodi di inquinamento, ma in tempi recenti quello di sabato è tra i più clamorosi.

Sul posto, oltre ai volontari di Legambiente, si sono precipitati anche il sindaco Paolo Musatti e i tecnici veterinari di Ats, che appunto hanno prelevato campioni di pesci morti (erano a decine) per analizzare in laboratorio le cause del decesso. Di quanto accaduto sono state informate anche le forze dell'ordine, ma – intanto – sui social si susseguono a decine i messaggi dei cittadini indignati: "Poi ci si stupisce di tante malattie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'acqua si tinge di bianco, decine di pesci morti: è allarme inquinamento

BresciaToday è in caricamento