Green Hill: grave manifestante colpito da arresto cardiocircolatorio

Alexander, 45 anni, residente in provincia di Milano, è ora tenuto in coma farmacologico dai medici bresciani. Nonostante la pioggia e l'arrivo del freddo, continua ad essere vietato l'uso di tende e l'accesso ai portici della piazza

Probabilmente a causa del forte freddo e dello stress, intorno all’una di ieri notte un manifestante al presidio anti Green Hill di Montichiari è stato vittima di un collasso cardiocircolatorio.

Alexander è uscito dal coma e cerca di parlare

Alexander, 45 anni, originario della provincia di Milano, è ora ricoverato in gravi condizioni a Brescia, tenuto dai medici in coma farmacologico.

Per la prima volta i giornalisti sono riusciti ad entrare nell'allevamento

Nonostante l'intervento dell'ex ministro Brambilla, che in queste ore ha comunicato alla Questura la proroga del presidio fino al 20 dicembre, ai manifestanti è stato vietato l'uso di tende e l'accesso ai portici. Tutti al freddo, insomma, che nella notte di ieri è stato particolarmente intenso. Alexander, come quasi tutti ormai, non era in sciopero della fame.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ragazza trovata morta al parco: s'indaga per omicidio

Torna su
BresciaToday è in caricamento