Green Hill: grave manifestante colpito da arresto cardiocircolatorio

Alexander, 45 anni, residente in provincia di Milano, è ora tenuto in coma farmacologico dai medici bresciani. Nonostante la pioggia e l'arrivo del freddo, continua ad essere vietato l'uso di tende e l'accesso ai portici della piazza

Probabilmente a causa del forte freddo e dello stress, intorno all’una di ieri notte un manifestante al presidio anti Green Hill di Montichiari è stato vittima di un collasso cardiocircolatorio.

Alexander è uscito dal coma e cerca di parlare

Alexander, 45 anni, originario della provincia di Milano, è ora ricoverato in gravi condizioni a Brescia, tenuto dai medici in coma farmacologico.

Per la prima volta i giornalisti sono riusciti ad entrare nell'allevamento

Nonostante l'intervento dell'ex ministro Brambilla, che in queste ore ha comunicato alla Questura la proroga del presidio fino al 20 dicembre, ai manifestanti è stato vietato l'uso di tende e l'accesso ai portici. Tutti al freddo, insomma, che nella notte di ieri è stato particolarmente intenso. Alexander, come quasi tutti ormai, non era in sciopero della fame.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento