Addio O' Pescador, si demolisce un pezzo di storia gardesana

Dopo 15 anni di attività chiude lo storico chiosco del porto di Moniga: il chiringuito O' Pescador verrà demolito per la riqualificazione già prevista dal Comune. Crocevia di cantanti e poeti, meta obbligata per gli aperitivi domenicali

"Rossella Nazionale" con Igor e Paola

A Moniga se ne va un pezzo di storia gardesana. Sarà infatti demolito il chiosco O' Pescador. Un intervento 'necessario', spiegano dal Comune, a causa dei lavori per il restyling del porto. Da Gigi Maifredi a Omar Pedrini, senza dimenticare i poeti Jack Hirschman, Paul Polanski e Fernando Arrabal, ma anche lo scrittore-showman Fabio Volo. Sono tanti i volti noti che dai tavolini del chiosco sono passati più di una volta. Un luogo del cuore per tutti gli abitanti del lago, ma dal 5 ottobre scomparirà per sempre.

Perché Paola Caraffa e la famiglia, mamma Angela e il fratello Frank, ma anche il compagno Igor e la figlia Carlotta, continueranno la gestione solo per un paio di settimane. Invitando tutti, ma proprio tutti, alla festa d’addio di domenica 21 settembre. Non è stata la crisi, stavolta. Ma uno dei classici motivi di forza maggiore: un porto da riqualificare. In attesa di un bando che Paola, però, non se la sente di affrontare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una storia cominciata 15 anni fa, nel 1999. Quando il porto si è acceso di una luce tutta nuova: forse il primo vero ‘chiringuito’ del Garda, da tutti conosciuto per i suoi aperitivi musicali (con Rossella Nazionale, in 'campo' dal 2001), la Festa delle Rose, la Sagra delle Sarde. Ispirando per primo le miriadi di chioschetti poi spuntati come funghi. Qualcuno diceva che il progresso non si ferma: anche stavolta, purtroppo, ha avuto ragione. Intanto si ricomincia, con la malinconia d’autunno. Paola e Igor, infatti, si trasferiranno in piazza con l'"Officina dei Poeti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Esce da casa e vaga nella notte per un chilometro: paura per un bimbo, denunciati i genitori

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento