Travolto dalle fiamme uscite dalla stufa: grave ex vicecomandante della Locale

Molto gravi le condizioni Mirko Pagani, 44enne ex comandante della Polizia Locale di Chiari: nella mattinata di domenica è stato investito dalle fiamme divampate dalla stufa a legna che stava accendendo

Mirko Pagani è rimasto gravemente ustionato mentre attizzava il fuoco della stufa a legna del suo cascinale di Urago d'Oglio: travolto in pieno dalle fiamme, è stato immediatamente trasportato all'ospedale di Chiari e poi trasferito al Civile.

Le condizioni del 44enne - ex vicecomandante della Polizia Locale di Chiari, ora in servizio nella Bergamasca - sarebbero molto gravi: è stato ricoverato, in prognosi riservata, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale cittadino e nelle prossime ore potrebbe essere trasferito in un centro specializzato nella cura dei grandi ustionati.

Il terribile incidente domestico domenica mattina: stando a una prima ricostruzione, il 44enne stava accendendo la stufa a legna, che sarebbe improvvisamente scoppiata. Come detto, l'uomo è stato investito dalla deflagrazione, riportando gravissime ustioni. Nel cascinale di via San Giovanni si sarebbe anche sviluppato un principio d'incendio.

La dinamica dell'accaduto è al vaglio delle forze dell'ordine, che stanno cercando di capire cosa abbia innescato lo scoppio che ha investito l'ufficiale della Polizia Locale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento