Minaccia e insulta il sindaco: arrestato dai carabinieri

È successo a Ceto. L'uomo pretendeva 500mila euro per «tutto quello che aveva subito». È stato arrestato nel pomeriggio di venerdì

Una pattuglia dei carabinieri (immagine repertorio)

Ha minacciato di morte il sindaco di Ceto, Marina Lanzetti. Poi ha tentato di estorcere 500mila euro alla madre della prima cittadina. Non ce l'ha fatta: è stato fermato e arrestato dai carabinieri. È successo nei giorni scorsi, venerdì l'epilogo.

L'uomo, Roberto D. — già accusato di aver incendiato due volte l'auto dell'ex sindaco Franco Guaini —, poco meno di una settimana fa si era presentato nel negozio di alimentari gestito dalla madre del sindaco. Ha preteso mezzo milione di euro come indennizzo per tutto quello che «aveva subito». Se non gli fosse stata consegnata la cifra sarebbe tornato insieme ad alcuni «amici».

Venerdì intorno alle 16 l'epilogo. L'uomo si è ripresentato nella bottega pretendendo la somma. La negoziante si è sentita male ed è scappata per strada urlando. Le grida hanno attirato l'attenzione di Marina Lanzetti che ha subito allertato il 112. Sul posto intervenuti i carabinieri e oer Roberto D. si sono aperte le porte del carcere di Canton Mombello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

Torna su
BresciaToday è in caricamento