Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca San Rocchino / Piazzale Spedali Civili

Ruba un bisturi e punta la lama contro i medici del Pronto soccorso

Nello zaino aveva altri coltelli e strumenti rubati in ospedale

Arrivato al Pronto soccorso all'alba, dopo qualche ora di attesa per essere visitato ha estratto dallo zaino un bisturi, e con quello ha minacciato medici e operatori. Un tunisino di 58 anni, a quanto pare un soggetto già noto per precedenti episodi durante i quali ha manifestato disturbi psicotici, ha tenuto sotto scacco il Pronto soccorso dell'ospedale Civile di Brescia fino all'arrivo della Volante della Polizia. 

L'episodio è successo nella prima mattina di giovedì. Il 58enne era arrivato in ospedale qualche ora prima, in stato di forte agitazione. L'uomo è stato convinto ad abbassare la lama del bisturi solo dopo una lunga e delicata trattativa. Una volta disarmato, e tranquillizzato, è stato preso in consegna dagli agenti che l'hanno trasferito in Questura dove gli è stata notificata la denuncia per minacce, porto abusivo di armi ed interruzione di pubblico servizio.  Nel suo zaino gli agenti hanno trovato anche coltelli ed altri strumenti medici evidentemente prelevati nel corso di precedenti visite in ospedale. 

A denunciare la situazione di pericolosità all'interno dell'ospedale, e in particolar modo del Pronto soccorso, sono state le sigle sindacali, che aspicano un rapido ripristino del posto di polizia all'interno del Pronto soccorso, da dove è stato spostato - alla Scala 7 - nel 2020. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un bisturi e punta la lama contro i medici del Pronto soccorso
BresciaToday è in caricamento