Coltello e martello, folle rapina in farmacia: per scappare si gettano nel fiume, arrestati

In manette i due 30enni che il 20 febbraio scorso avevano tentato di rapinare la farmacia di Milzano: nella fuga si erano addirittura gettati nel fiume Mella

Le immagini della rapina - Foto © Bresciatoday.it

A poco meno di due mesi dalla rapina (mancata) in farmacia a Milzano, i carabinieri della Compagnia di Verolanuova unitamente ai colleghi della stazione di Pralboino hanno individuato e arrestato i due giovani, entrambi 30enni, protagonisti del colpo del 20 febbraio scorso. Guanti sulle mani, armati di coltello e martello, avevano fatto irruzione in farmacia ed erano riusciti a impossessarsi della cassaforte, dopo aver minacciato (e non poco) la titolare.

Pronti a scappare, erano stati bloccati sulla porta dal marito della donna, che senza lesinare coraggio aveva dato l’allarme mentre cercava di trattenerli. I due erano riusciti poi a scappare, inseguiti dall’uomo e dal figlio di una cliente che solo poco prima era caduta a terra, dopo essere stata spintonata dai banditi.

Banditi in fuga si tuffano nel fiume

Nella fuga i ladri hanno gettato zaini, coltelli e passamontagna, e per sfuggire ai militari che già avevano alle calcagna si sono addirittura gettati nel fiume Mella. Entrambi residenti a Cremona, insospettabili e incensurati, erano tornati a casa lasciando altre tracce della loro fuga: uno dei due, inquadrato dalle telecamere di un bar in cui si era rifugiato, si era fatto venire a prendere dalla fidanzata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’altro, invece, dopo essersi nascosto in un’officina (e anche in questo caso, inquadrato dalle telecamere) aveva chiamato un taxi ed era poi nuovamente scappato, senza pagare. Incrociando immagini e testimonianze i carabinieri sono riusciti a identificarli e arrestarli: accusati di tentata rapina aggravata, rimarranno ai domiciliari in attesa del processo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Shampoo e docciaschiuma, fa il bagno nella fontana della piazza

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento