Cronaca

Coltello e martello, folle rapina in farmacia: per scappare si gettano nel fiume, arrestati

In manette i due 30enni che il 20 febbraio scorso avevano tentato di rapinare la farmacia di Milzano: nella fuga si erano addirittura gettati nel fiume Mella

Le immagini della rapina - Foto © Bresciatoday.it

A poco meno di due mesi dalla rapina (mancata) in farmacia a Milzano, i carabinieri della Compagnia di Verolanuova unitamente ai colleghi della stazione di Pralboino hanno individuato e arrestato i due giovani, entrambi 30enni, protagonisti del colpo del 20 febbraio scorso. Guanti sulle mani, armati di coltello e martello, avevano fatto irruzione in farmacia ed erano riusciti a impossessarsi della cassaforte, dopo aver minacciato (e non poco) la titolare.

Pronti a scappare, erano stati bloccati sulla porta dal marito della donna, che senza lesinare coraggio aveva dato l’allarme mentre cercava di trattenerli. I due erano riusciti poi a scappare, inseguiti dall’uomo e dal figlio di una cliente che solo poco prima era caduta a terra, dopo essere stata spintonata dai banditi.

Banditi in fuga si tuffano nel fiume

Nella fuga i ladri hanno gettato zaini, coltelli e passamontagna, e per sfuggire ai militari che già avevano alle calcagna si sono addirittura gettati nel fiume Mella. Entrambi residenti a Cremona, insospettabili e incensurati, erano tornati a casa lasciando altre tracce della loro fuga: uno dei due, inquadrato dalle telecamere di un bar in cui si era rifugiato, si era fatto venire a prendere dalla fidanzata.

L’altro, invece, dopo essersi nascosto in un’officina (e anche in questo caso, inquadrato dalle telecamere) aveva chiamato un taxi ed era poi nuovamente scappato, senza pagare. Incrociando immagini e testimonianze i carabinieri sono riusciti a identificarli e arrestarli: accusati di tentata rapina aggravata, rimarranno ai domiciliari in attesa del processo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltello e martello, folle rapina in farmacia: per scappare si gettano nel fiume, arrestati

BresciaToday è in caricamento