Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Mille Miglia: è sfida tra capitani d'industria, John Elkann per l'Italia

Oltre al presidente Fiat Group, che correrà con la moglie Lavinia Borromeo, ci saranno anche il n.1 di Mercedes-Benz Cars, il Ceo di Porsche AG, l'head designer di Audi AG e l'ad Bmw Italia

Costruire bolidi da sogno evidentemente non basta, provare l'emozione di sfidarsi in gara é questa una rinnovata passione dei n.1 delle case automobilistiche europee.

Alla Mille Miglia 2012 ce ne sono cinque in gara e la sfida e sempre la stessa: Italia contro Germania e Inghilterra. Per la difesa del tricolore sarà un affare di famiglia con John Philip Elkann, presidente Fiat Group, sostenuto al roadbook (ovvero alla navigazione) dalla moglie Lavinia Borromeo (n. gara 234).

Per la Germania l'attacco è a tre punte: Dieter Zetsche, n.1 di Mercedes-Benz Cars e Chairman Board del Management di Daimler AG (n. gara 273),  Matthias Muller, Ceo di Porsche AG (n. gara 300) e Franz Jung, ad Bmw Italia. L'Inghilterra si affida invece alla tradizione con Adrian Hallmark, Brand Director di Jaguar Cars Limited (n. gara 198).

Altra battaglia è quella tra i designer. La Germania schiera Wolfgang Egger, head designer di Audi AG (n. gara 334), l'Italia si affida ai giovani con Fabrizio Giugiaro, Co-Chairman e Styling Director di Italdesign Giugiaro (n. gara 334) e all'esperienza di Andrea Zagato, presidente di Zagato (n. gara 362). A fare da arbitro, ci penserà un'altra presenza importante dell'industria dell'auto, Alberto Bombassei, presidente Brembo (n. gara 281), che a 'far frenare' chi troppo
insiste è meglio di Collina coi cartellini rossi.


Sul percorso ci sarà anche il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, che però scenderà in campo, con la sua abituale eleganza decontracté, solo per la cena di gala di Roma, a Castel Sant'Angelo, dove la Mille Miglia va di scena

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mille Miglia: è sfida tra capitani d'industria, John Elkann per l'Italia

BresciaToday è in caricamento