rotate-mobile
Cronaca

Arisa: «La bellezza delle Mille Miglia: conta il percorso, non la meta»

La cantante protagonista della Notte Bianca di sabato sera parla della "corsa più bella del mondo", per lei metafora della vita, dove quel che conta non è la meta, ma il percorso che si compie per raggiungerla

Arisa protagonista della Notte Bianca di Brescia, evento che apre la settimana della Mille Miglia, la rievocazione della storica corsa che parte il prossimo 16 maggio. Oltre 90mila persone hanno animato la città lombarda, dal tardo pomeriggio di ieri sino a tarda notte.

Cuore della festa é stata Piazza della Loggia dove si è esibita la cantante giunta quest'anno seconda al Festival di Sanremo.

"Se le Notti Bianche sono come quelle che vengono descritte nella mia canzone 'La Notte' - ha affermato la cantante dopo l'esibizione, come riporta una nota degli organizzatori - sono una vera tragedia: pensi toppo, stai troppo male, ti rigiri troppo nel letto e il giorno dopo, alla faccia di Rossella 'O Hara, non e' un altro giorno ma un'altra giornataccia... Ma se La Notte è Bianca come quella di Brescia e trovi gente che si diverte, ascolta un buon concerto e saluta la partenza della Mille Miglia - che è la corsa più bella del mondo - siamo tutti felici. A tal proposito, vero è che non è importante la meta, ma il percorso, perciò alla Mille Miglia e a tutti, auguro un buon viaggio nella vita".

La Notte Bianca ha preso il via ufficialmente da piazza Loggia con la Marching Band, un gruppo di 50 giovani e giovanissimi Marching Player in divisa stile americano, che ha proposto un repertorio accompagnato da coreografie spettacolari. Dopo Arisa è stata la volta della P-Funking band con il suo mix di funk, soul e blues e infine della cantante bresciana Elodea.


(fonte: Ansa)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arisa: «La bellezza delle Mille Miglia: conta il percorso, non la meta»

BresciaToday è in caricamento