Cronaca

Il grande business della disperazione: arrestati 13 trafficanti di essere umani

Gli arresti, richiesti dal pm della Dda Alessandra Cerreti, hanno riguardato le province di Milano, Monza-Brianza, Brescia e Venezia

Un gruppo di profughi (foto d’archivio)

'Transitus' - questo il nome dell’operazione - è stata condotta dagli agenti del Commissariato di Monza. Le indagini, iniziate nel 2014, hanno permesso di ricostruire l’attività dell'organizzazione criminale, verticistica e piramidale. Tutti i membri della banda - sei egiziani, tre albanesi, due romeni, un siriano ed una brasiliana - erano regolari sul territorio nazionale e avevano tra i ventisei e i quarantacinque anni. Facevano da 'scafisti di terra'.

L’indagine inizialmente incardinata presso la procura della Repubblica di Monza e poi trasmessa, per competenza, alla Dda di Milano, ha preso il via dalle dichiarazioni di un cittadino egiziano avvicinato dal gruppo criminale,  che aveva tentato di assoldarlo quale autista per i trasporti all’estero dei clandestini. 

Grazie ad un complice in Sicilia, il capo dell'organizzazione riusciva ad attivare il suo gruppo di procacciatori in Centrale. All’epoca era allestito un punto di accoglienza per i profughi nei mezzanini della stazione. I criminali contattavano i profughi e contrattavano con loro il 'trasporto' verso il nord Europa. I cittadini dell’est Europa svolgevano poi le mansioni di 'autisti'.

Sono stati documentati ben venti viaggi effettuati in un solo mese, per un totale di circa cento clandestini trasportati in nord Europa e circa settantamila euro di profitto per il sodalizio criminale. Sono stati sequestrati i due veicoli che venivano utilizzati per compiere i 'viaggi' in condizioni, disumane.

Fonte: Milanotoday.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il grande business della disperazione: arrestati 13 trafficanti di essere umani

BresciaToday è in caricamento