Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Cerca di uccidere il collega a colpi di pistola: "Processatelo per tentato omicidio"

La Procura ha chiesto che Michele Rinaldi venga processato per tentato omicidio: nel settembre scorso fu il protagonista di una sparatoria all'azienda Colombo di Paratico

L'azienda Colombo di Paratico

Nel novembre scorso il suo arresto era stato revocato, pur rimanendo sotto osservazione in Psichiatria, perché giudicato incapace di intendere e di volere: ora la Procura ha chiesto che venga processato per tentato omicidio. Parliamo di Michele Rinaldi, il 22enne di Villongo che solo pochi mesi fa – era il settembre del 2020 – avrebbe sparato diversi colpi di pistola al 38enne Simone Martinelli, suo ex collega all'azienda Colombo di Paratico.

Dei tanti colpi esplosi in quella folle mattinata, solo due sarebbero andati a segno: fortunatamente colpendo Martinelli solo alla mano, senza ferite più gravi. Subito dopo Rinaldi avrebbe cercato di fuggire, a bordo della sua vecchia Lancia Ypsilon: ma verrà intercettato (e arrestato) dai carabinieri prima di sera.

In fuga con una targa di cartone e un richiamo per uccelli

Come scrive il Giornale di Brescia, Rinaldi avrebbe organizzato un piano sconclusionato per la sua fuga: circostanza che in sede di perizia avrebbe compartecipato alla conferma della sua precaria sanità mentale. Avrebbe infatti sostituito la targa originale della sua auto con una riproduzione in cartone, su cui erano stati riportati i numeri di un'auto di servizio del Comune: con sé aveva anche uno zaino, al suo interno una mappa, un richiamo per uccelli, un taccuino con gli orari dei treni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di uccidere il collega a colpi di pistola: "Processatelo per tentato omicidio"

BresciaToday è in caricamento