rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca

Infilzato mentre scavalca il cancello, giovane chef muore dissanguato

Una morte orribile per il giovane chef

E' il giovane chef Michele Guzzo, 28 anni e conosciuto anche in Lombardia per aver lavorato al ristorante stellato Dal Pescatore di Canneto sull'Oglio, la vittima del drammatico e assurdo incidente di sabato mattina a Parma: è morto dissanguato dopo aver tentato di scavalcare la cancellata dell'abitazione di un amico in Viale Partigiani d'Italia, tra Via Bellini e Via Puccini. La circostanza gli ha procurato una grave ferita, che gli ha reciso l'arteria femorale: Guzzo sarebbe crollato a terra, privo di sensi, e solo dopo diversi minuti - verso le 9 - sarebbe stato notato dai familiari dell'amico a cui, così pare, avrebbe voluto fare una sorpresa.

Immediati i soccorsi: è stato trasportato in codice rosso in ospedale ma non è sopravvissuto per via della ingente quantità di sangue persa dopo la ferita. Le indagini sono state affidate alla Polizia di Stato: sul posto gli uomini della Squadra Mobile, delle Volanti e della Polizia Scientifica. I primi accertamenti hanno subito escluso l'ipotesi del tentato furto. La salma resta a disposizione dell'autorità giudiziaria, che potrebbe anche richiedere l'autopsia.

Chi era Michele Guzzo

Michele Guzzo era attualmente consulente per la GpStudios, azienda di Forlì attiva nel campo della ristorazione: si era diplomato con il massimo dei voti all'Alma, la scuola internazionale di cucina con sede a Colorno (Parma). Come detto aveva lavorato anche al ristorante Dal Pescatore di Canneto sull'Oglio, nel Mantovano, e ancora al Parma Rotta (Parma) e a I Portici (Bologna). Grande tifoso del Milan, lascia nel dolore il padre Domenico, vedovo da tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infilzato mentre scavalca il cancello, giovane chef muore dissanguato

BresciaToday è in caricamento