Torna il caldo e l'estate, ma resta un luglio "pazzerello"

Con l'arrivo dell'anticiclone temperature in sensibile rialzo su tutta la Penisola. Tempo stabile fino a domenica, quando tornerà il rischio di rovesci a carattere temporalesco anche sul Nord Italia

Dopo le prime due settimane di luglio con temperature ben al di sotto della media stagionale, l'estate torna a farsi sentire su tutta la Penisola grazie all'arrivo dell'anticiclone: "Per il resto della settimana godremo di condizioni di bel tempo prevalente da Nord a Sud - scrive il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara -. Solo su Alpi, Appennino e soprattutto tra Campania, Calabria e Sicilia centro-orientale potremo avere qualche rovescio o temporale pomeridiano, a causa di deboli correnti settentrionali; non escluso qualche sconfinamento serale anche alle alte pianure del Nord, specie lombardo-venete e friulane".

Sensibile l'aumento delle temperature, con punte di 33-34°C entro il weekend anche nel Nord Italia: "Il caldo non sarà eccezionale - spiega ancora Ferrara -, ma entro venerdì si farà sentire anche l’afa e quindi le temperature percepite potranno superare localmente anche i 36-37°C".

Qualche rovescio a carattere temporalesco è previsto per domenica "tra Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e ovest Lombardia. Tuttavia - conclude l'espero di 3bmeteo.com - lunedì rovesci e temporali sparsi potrebbero raggiungere anche le regioni centrali e marginalmente quelle meridionali, accompagnate da un calo termico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento