menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

La "furia scandinava" sull'Italia: grandine e nubifragi spezzano l’estate

Nella giornata di martedì 10 luglio, i primi temporali cominceranno a seminare scompiglio su tutto l'arco alpino e nelle ore serali scenderanno sempre più minacciosi verso la pianura lombarda

Peggiora il tempo sulle regioni settentrionali per una perturbazione in arrivo dal Nord Europa. A scontrarsi contro le Alpi sarà la "furia scandinava", un massa di aria fredda che conquisterà il Nord Italia a partire da oggi, iniziando dalle Alpi ed estendendosi poi anche alla Pianura Padana.

Le previsioni del tempo

Oggi i primi temporali cominceranno a seminare scompiglio su tutto l'arco alpino. Nel pomeriggio sono attesi temporali in Valcamonica e in Val Trompia. Mercoledì mattina arriveranno su Brescia, Lago d’Iseo e Val Sabbia. Il Garda dovrebbe essere risparmiato da fenomeni intensi.

Sempre nelle prime ore di domani, non si escludono grandinate, accompagnate anche da forte vento e nubifragi, sul Nordest, infierendo soprattutto sul Veneto e l'Emilia Romagna fin sulle coste, dove si potranno formare trombe marine. Tutte le regioni interessate dal passaggio temporalesco subiranno un calo termico di circa 5°C, con valori massimi previsti non superiori ai 26°C.

Le previsioni per il weekend

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito iLMeteo.it, comunica che da giovedì e poi fino a sabato 14 luglio la pressione tornerà ad aumentare anche al Nord, con il sole che sarà prevalente e le temperature che torneranno a salire sopra i 30°C. Continuerà a splendere il sole al Centro-Sud. Domenica 15 invece dall'Atlantico una violenta perturbazione porterà altro maltempo con forti temporali al Nord e poi anche al Centro. Estate ancora in forte crisi.

Intanto, in questa Italia spezzata in due, in Sicilia si contano i primi ricoveri per il caldo: ad Agrigento sono sei le persone, soprattutto anziane, che hanno dovuto ricorrere alle cure mediche per patologie cardiovascolari e respiratorie, legate alle alte temperature di questi giorni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento