menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meningite, c'è il quinto caso: gravissimo un sedicenne di Castelli Calepio

Il ragazzo dopo aver manifestato tutti i sintomi della malattia è stato ricoverato ieri in terapia intensiva all'ospedale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo

Febbre alta, difficoltà respiratorie, stato soporoso. Nel pomeriggio di ieri, sabato 4 gennaio, un ragazzo di 16 anni è stato ricoverato presso l'ospedale «Papa Giovanni XIII» di Bergamo: si tratta del quinto caso di meningite registrato nell'ultimo mese. 

Il giovane abita a Castelli Calepio, a pochi chilometri da Predore, dove abitava Marzia Colosio, la donna di 48 anni deceduta al Civile di Brescia nella giornata di venerdì. Proprio a Castelli Calepio la donna (originaria di Tavernola Bergmasca) lavorava. Il sedicenne è stato immediatamente portato in terapia intensiva, è intubato e si trova in condizioni molto gravi. Poco dopo il suo arrivo in ospedale, gli esami di laboratorio hanno confermato che si tratta di meningite. 

Il giovane al momento sarebbe la quinta persona colpita da meningococco dopo Veronica Cadei (deceduta il 3 dicembre) e Marzia Colosio, le due vittime, un'altra studentessa 16enne e un operaio 36enne di Villongo, ammalatisi e ormai guariti, fuori pericolo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ghedi: morto l'imprenditore agricolo Giovanni Chiappini, ucciso da un infarto

  • Incidenti stradali

    Auto 'vola' in un campo e si ribalta in un fossato: paura per una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento