Cronaca

Sparano dall'auto e uccidono una lepre, nei guai due bracconieri

Viaggiavano a passo d'uomo sulla provinciale di Medole muniti di un grosso faro per far luce e di un fucile per uccidere la selvaggina: sono stati scoperti dalla Polizia provinciale

Il materiale sequestrato ai cacciatori © Bresciatoday.it

Un grosso faro per illuminare i campi e scovare la selvaggina e un fucile per uccidere le proprie prede. A cadere sotto i colpi di due bracconieri una lepre che si trovava a circa 20 metri dalla strada provinciale di Medole, nel Mantovano. È bastato un solo sparo per uccidere la bestiola. L'episodio alle 5 di sabato mattina.

Non era la prima volta che nella zona si sentivano spari in piena notte: le numerose segnalazioni dei residenti hanno portato le guardie volontarie e gli agenti del servizio di vigilanza ittico venatoria della Provincia a pattugliare l'area, destinata non alla caccia, ma all'addestramento dei cani. Proprio durante un appostamento notturno le guardie hanno avvistato una Station Wagon grigia che procedeva a passo d'uomo e l'hanno inseguita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparano dall'auto e uccidono una lepre, nei guai due bracconieri

BresciaToday è in caricamento