Cronaca

Picchia la compagna e la prende per il collo: "Ora voli giù di sotto"

Condannato a 5 mesi per le percosse alla ex

Medico bresciano condannato a 5 mesi di reclusione per le percosse che avrebbe inflitto alla sua ex compagna (e convivente): è la sentenza di secondo grado che riduce, e di molto, il primo grado di giudizio in cui al dottore era stato invece assegnato 1 anno e 8 mesi di reclusione (ma per maltrattamenti e lesioni: poi l'accusa è stata derubricata).

I fatti contestati

I fatti risalgono a poco più di cinque anni fa. Il medico - oggi 57enne - e la compagna di allora convivevano in un appartamento in centro a Brescia. I continui litigi tra i due sarebbero spesso degenerati in violenza. La donna, che ha denunciato l'uomo, ha riferito agli inquirenti dei diversi episodi, costretta anche a medicarsi in ospedale per le botte subite. 

In altre occasioni si sarebbe dovuta chiudere a chiave nella sua stanza per evitare la furia dell'uomo. E ancora, come riporta Bresciaoggi, forse il più grave episodio di violenza: il medico le avrebbe messo le mani al collo spingendola fino alla ringhiera della finestra, e intimandole con fare minaccioso, "Ora voli giù di sotto". Poi le denunce, e ora il processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la compagna e la prende per il collo: "Ora voli giù di sotto"
BresciaToday è in caricamento