"Ha abusato di me 1200 volte in 6 anni": ma viene scagionato

Dopo una prima condanna a 9 anni di carcere viene assolto in appello l'uomo di 45 anni accusato di aver abusato per 6 anni consecutivi di una bambina

Era stato condannato in primo grado a 9 anni di reclusione. Le accuse, pesantissime: abusi sessuali reiterati nei confronti di una bambina che allora aveva soltanto 9 anni di età. Ma un certificato medico ha ribaltato la situazione, e il presunto orco è stato assolto in appello: sul corpo della bimba - ormai ha 22 anni - non si sarebbero riscontrati i segni di quelle violenze.

Tutto sarebbe successo a partire dal 2003, a Mazzano: l'uomo accusato, un senegalese di 45 anni, si sarebbe fatto vivo più e più volte nella casa di un amico, il padre appunto della ragazza. Nasce un bel rapporto di amicizia, la bimba lo chiama addirittura zio.

Poi secondo l'accusa il fattaccio: sarebbe stata proprio la bimba a raccontarlo, sarebbe stata abusata per 6 anni consecutivi, in tutto 1200 violenze sessuali. La prima condanna, il ricorso in appello e adesso la svolta.

Un certificato medico che per la magistratura scagionerebbe definitivamente il 45enne accusato di abusi. Sul corpo della giovane, infatti, non sarebbero mai stati riscontrati i segni di una reiterata violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento