Prostituzione: chiusi due locali notturni e una sala bingo

Arrestate dieci persone. Per loro anche l'accusa di illecito fiscale

A seguito di una maxi operazione messa in campo dai carabinieri della compagnia di Chiari, il "Lap 69" e la Sala Bingo di Mazzano, assieme al "Burlesque" di Rovato, sono stati chiusi con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione.

I militari hanno inoltre provveduto ad arrestare una decina di persone, su richiesta della Procura della Repubblica di Brescia. Alcune di queste, inoltre, sono indagate per illeciti fiscali penalmente rilevanti. I beni messi sotto sequestro risulterebbero riconducibili alla medesima proprietà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento