Cronaca

Stroncato da un tumore a 69 anni: morto noto imprenditore

L'abbraccio di una città intera nel ricordo di Maurizio Zanetti, ucciso da un tumore a 69 anni: per decenni ha gestito la più importante azienda di trasporti di Desenzano

Maurizio Zanetti con i suoi 4 figli

E' come se tutta Desenzano si fosse fermata, martedì pomeriggio, per l'ultimo saluto a Maurizio Zanetti: di certo uno dei personaggi più rappresentativi della città, negli ultimi decenni. Classe 1951, è morto a soli 69 anni dopo aver lottato a lungo con un maledetto tumore, che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Lascia i figli Imer, Mario, Clara e Giulio, oltre al fratello Marco. "Sono i miei campioni, e sono orgoglioso di loro", scriveva su Facebook.

In tanti, tantissimi lo conoscevano: Zanetti ha accompagnato a scuola generazioni di studenti, ma anche turisti, visitatori e desenzanesi (giovani e meno giovani) in giro per mezza Europa. Fino al 2012 era il titolare della Brescia Tour, ex Autoservizi Zanetti, l'azienda di famiglia fondata dal padre Pietro Mario nel lontano 1956: è stata la prima licenza di Desenzano, una delle prima di tutto il lago di Garda.

Autista, imprenditore e instancabile volontario

Formidabili quegli anni: ha cominciato a lavorare in ditta ancora giovane, negli anni Settanta. Al lavoro da imprenditore – l'azienda era arrivata ad avere una ventina di autobus, e altrettanti dipendenti – affiancava quello da autista, sempre in prima linea. Nel ricordo dei “gnari”: quando c'era lui, sul pullman si cantava sempre.

E' stato il fondatore del Gruppo Stella di Via Rambotti: durante le feste natalizie, insieme ai ragazzi del quartiere, raccoglieva fondi per iniziative benefiche. Ma è stato anche un instancabile volontario della parrocchia di San Zeno, oltre che un Alpino orgoglioso: al suo funerale non sono mancate le penne nere del gruppo di Desenzano, cui era molto legato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un tumore a 69 anni: morto noto imprenditore

BresciaToday è in caricamento