Cronaca

Travolto e schiacciato da una barra in cemento: Maurizio era papà di due ragazzi

Avrebbe compiuto 47 anni sabato, Maurizio Gritti: è morto schiacciato in un cantiere a Pagazzano, provincia di Bergamo

Travolto e schiacciato da alcune barre in cemento, morto sul colpo. Se n'è andato così Maurizio Gritti, 46 anni: ne avrebbe compiuti 47 proprio sabato, a casa moglie e figli stavano già preparando la sua festa di compleanno. Artigiano edile, era al lavoro in un cantiere di Pagazzano, provincia di Bergamo, per la costruzione di alcune abitazioni. Secondo quanto ricostruito da Ats, intervenuta per i rilievi insieme ai carabinieri, Gritti era da solo quando stava posizionando alcuni manufatti in cemento, sostenuti da pali in legno. Improvvisamente uno di questi si sarebbe spezzato, o spostato, e il 46enne è stato travolto.

L'allarme lanciato dai colleghi

Sono stati i colleghi di lavoro che erano con lui ad allertare il 112, ma era ormai troppo tardi: sul posto oltre all'automedica anche un'ambulanza della Croce Rossa, ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. La parte del cantiere interessata all'infortunio mortale è stata posta sotto sequestro: la salma di Gritti riposa all'obitorio dell'ospedale di Bergamo, in attesa del nulla osta della magistratura per la sepoltura.

Abitava a Calcinate, a pochi chilometri da Palazzolo e dai confini bresciani. Con la sua ditta era conosciuto anche nella nostra provincia. Instancabile lavoratore, a casa lascia l'amata moglie e gli adorati figli, di 16 e 17 anni. Dopo la tragedia, l'ennesima, i sindacati confederali (Cgil, Cisl e Uil) hanno dichiarato due ore di sciopero, e faranno un simbolico presidio per la sicurezza sul lavoro anche in Prefettura a Bergamo.

Sei morti sul lavoro in un solo giorno

Come riferisce l'Osservatorio indipendente di Bologna sui morti sul lavoro, a 24 ore dalla tragedia che si è portata via la giovanissima Luana D'Onofrio, schiacciata da un macchinario a soli 22 anni in un'impresa tessile di Prato, sono sei gli infortuni mortali sul lavoro: oltre a Gritti ha perso la vita anche un operaio 49enne dilaniato da una fresatrice in provincia di Varese, e 4 agricoltori schiacciati dal trattore. Una tragedia senza fine. Ma è questa la ripartenza che si meritano i lavoratori?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto e schiacciato da una barra in cemento: Maurizio era papà di due ragazzi

BresciaToday è in caricamento