Cronaca

Morto sul lavoro, era il papà di due bimbi di 1 e 5 anni: l'addio al giovane Mattia

Saranno celebrati venerdì pomeriggio i funerali di Mattia Parmini, morto a 36 anni mentre era al lavoro alla distilleria San Giorgio di Paratico

Mattia Parmini

Sono attesi in tantissimi venerdì pomeriggio ai funerali di Mattia Parmini, l'operaio di 36 anni di Foresto Sparso, sposato e padre di due bambini piccoli, morto il 19 settembre scorso mentre era al lavoro nella distilleria San Giorgio di Paratico. Nel primo pomeriggio era stato travolto da un carico di zucchero del peso di una tonnellata: rianimato a lungo e poi trasferito d'urgenza in ospedale, al Giovanni XXIII di Bergamo, è spirato poche ore più tardi nel reparto di Rianimazione.

Come da prassi, quando si tratta di infortuni sul lavoro, sull'accaduto era stata aperta un'inchiesta, con i rilievi dei carabinieri e dei tecnici di Ats. Il corpo di Parmini è stato anche sottoposto ad autopsia, martedì scorso: a seguito degli accertamenti medico-legali la salma era stata riconsegnata ai familiari.

L'ultimo saluto sarà celebrato alle 15 nella chiesa parrocchiale di Foresto Sparso. Originario di Paratico, da qualche anno Parmini si era trasferito nel piccolo Comune in provincia di Bergamo, non lontano dal lago d'Iseo. Lo piangono la giovane moglie Cristina, i figli di 1 e 5 anni, i genitori Ivana e Giuseppe, il fratello Alessio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto sul lavoro, era il papà di due bimbi di 1 e 5 anni: l'addio al giovane Mattia

BresciaToday è in caricamento