Cronaca

Brescia, Cavellini: condomini truffati per un milione di euro

La Procura della Repubblica di Brescia ha formulato il capo d'accusa nei confronti di Matteo Cavellini, l'amministratore bresciano che avrebbe truffato a condomini e inquilini oltre un milione di euro. A Brescia, ma anche sul Garda

Ha truffato condomini e inquilini in lungo e in largo, su tutto il territorio cittadino. Si è poi ‘allargato’, arrivato fino al lago di Garda, e dopo Brescia si parla di residence a Polpenazze, o a Manerba. Su di lui hanno scritto in tanti, sono arrivate infinite testimonianze, è stato visto in giro e non ha reagito benissimo, ha fatto ferro e fuoco in una banca, ha preso a schiaffi un suo ex condomino.

Ormai Matteo Cavellini lo conoscono tutti, l’amministratore ‘furbetto’ che tra fatture false e assicurazioni non pagate riusciva a barcamenarsi tra le tante palazzine che gestiva con la sua immobiliare, con sede a Brescia ma per qualche tempo anche a Soiano.

“Si è arricchito alle nostre spalle”, lamenta chi con lui ha avuto a che fare. Le indagini sulla sua figura e sul suo modus operandi proseguono ormai da mesi, è di poche ore fa la notizia della Procura di Brescia.

Finalmente infatti si è concretizzata l’accusa: appropriazione indebita, e di quasi un milioni di euro. Ma, fanno sapere gli inquirenti, la cifra potrebbe non essere definitiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia, Cavellini: condomini truffati per un milione di euro

BresciaToday è in caricamento