rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca Bagolino

Il dramma di Massimo: morto schiacciato dal tronco sotto gli occhi del figlio

A casa l'aspettavano la moglie e le sue tre figlie

E' morto sotto gli occhi del figlio Marco il 52enne Massimo Fusi, per gli amici Rùnche, l'artigiano edile che ha perso la vita lunedì mattina a Cerreto di Bagolino, nel bosco di proprietà, schiacciato dal tronco su cui stava lavorando. La tragedia si è consumata poco dopo le 11: boscaiolo esperto, Massimo Fusi sarebbe stato travolto dal tronco che era già stato abbattuto. Il figlio 16enne che era con lui non ha potuto fare altro che allertare i soccorsi.

La tragedia

La centrale operativa ha inviato in località Prise l'elisoccorso di Areu decollato da Sondrio, le squadre del Soccorso Alpino con 7 tecnici, i Vigili del Fuoco, i volontari dell'ambulanza di Ponte Caffaro. Il medico giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatarne il decesso: nel primo pomeriggio la salma è stata recuperata e in serata consegnata ai familiari, che potranno così organizzare i funerali.

Massimo Fusi lascia nel dolore la moglie Nadia, i figli Sara, Laura, Erica e Marco, i genitori Giacomina e Donato, la sorella Narcisa con Danilo, i suoceri Nicoletta e Graziano, i cognati Ivonne e Manuel, gli zii e i nipoti. La camera ardente è stata allestita alla casa di riposo di Bagolino: l'ultimo saluto è in programma mercoledì pomeriggio (alle 14) nella chiesa parrocchiale del paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Massimo: morto schiacciato dal tronco sotto gli occhi del figlio

BresciaToday è in caricamento