Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Esce per fumare e crolla a terra, artigiano muore nel cortile del bar

A trovare il corpo senza vita di Massimo Correzzola, 47enne artigiano di Canneto conosciuto anche nella Bassa, è stata la barista.

Colpito da un malore improvviso mentre era al bar, per lui non c'è stato più nulla da fare. È il tragico destino di Massimo Correzzola, 47enne piastrellista di Canneto sull’Oglio conosciuto anche nella Bassa, dove saltuariamente si recava per lavorare.

Il dramma lunedì mattina al bar Centrale di via Garibaldi, a Canneto sull'Oglio, comune del Mantovano. Stando a quanto ricostruito, l'uomo era uscito per fumare una sigaretta nel cortile interno del bar, quando si è sentito male ed è crollato a terra.

A trovarlo, riverso a terra esanime, è stata la barista: preoccupata perché non l'ha più visto rientrare è andata in cortile per vedere se gli fosse successo qualcosa. La donna ha lanciato immediatamente l'allarme e la macchina dei soccorsi si è mossa rapidamente. Sul posto si è precipitata un'ambulanza: i sanitari del 118 hanno provato a lungo a far ripartire il cuore del 47enne, ma per lui non c'era ormai più nulla da fare. Ad uccidere l'artigiano è stato un infarto. Lascia la madre, con la quale viveva, e due fratelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce per fumare e crolla a terra, artigiano muore nel cortile del bar

BresciaToday è in caricamento