rotate-mobile
Cronaca

Confermato il maxi sequestro a Cellino: 55 milioni di euro e la villa di Padenghe

La decisione del tribunale del Riesame

In queste ore i militari della guardia di finanza di Brescia stanno eseguendo l’ordinanza con cui è stato disposto il sequestro preventivo di beni e disponibilità finanziarie, per circa 59 milioni di euro, a Massimo Cellino.

Il tribunale del Riesame ha infatti accolto la richiesta, avanzata lo scorso giugno, della procura di Brescia che ordinava la requisizione di 55 milioni di euro più la villa di Padenghe al presidente del Brescia. 
Non solo l’importo non versato al fisco (700 mila euro) quindi, ma le somme che - per chi indaga - sarebbero passate da un trust estero riconducibile a Cellino per ostacolare gli accertamenti fiscali. 

In particolare - si legge nella nota diramata dalla guardia di finanza - le indagini hanno permesso di ipotizzare a carico del presidente del Brescia e di altri concorrenti diversi reati, tra cui l'omessa dichiarazione e la sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confermato il maxi sequestro a Cellino: 55 milioni di euro e la villa di Padenghe

BresciaToday è in caricamento