Cronaca Cazzago San Martino

Dramma in azienda, travolto e schiacciato: Massimiliano era padre di 3 figli

La vittima dell’incidente sul lavoro

L’azienda agricola Monte Rossa di Cazzago San Martino è chiusa per lutto per la morte di Massimiliano Piermattei, 50 anni, da 10 anni direttore ed enologo della celebre cantina della Franciacorta. È lui la vittima dell’ennesimo incidente sul lavoro nel Bresciano: è deceduto mercoledì pomeriggio travolto e schiacciato da un macchinario che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Si tratta di una macchina nota come gyropalette, attrezzatura che viene utilizzata per la produzione di spumanti con metodo classico (come i vini Franciacorta) dove avviene una seconda fermentazione in bottiglia.

La macchina sostituisce il metodo manuale del remouage (la crivellatura), che significa appunto ruotare la bottiglia così da smuovere i residui della fermentazione. Piermattei intorno alle 14.30 stava lavorando nei dintorni del macchinario quando per cause in corso di accertamento sarebbe stato colpito e schiacciato: la macchina è capace di spostare centinaia di bottiglie (piene) alla volta, un peso insostenibile e fatale per un essere umano.

Le grida che hanno allertato i colleghi

I colleghi del direttore sono stati allertati dalle sue grida di dolore. Hanno subito chiamato il 112, che ha mobilitato l’automedica e un’ambulanza dei volontari di Bornato, oltre a Vigili del Fuoco e Carabinieri. Ma per il povero Massimiliano non c’era davvero più niente da fare. I rilievi sono stati affidati ai tecnici del Psal di Ats Franciacorta, il servizio di Prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro, con il supporto dei militari della compagnia di Gardone Valtrompia. La Procura di Brescia, come da prassi, ha aperto un’inchiesta: anche il macchinario potrebbe essere stato sequestrato.

Chi era Massimiliano Piermattei

La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria che a breve potrebbe concedere il nulla osta per la sepoltura. Massimiliano Piermattei abitava a Castelmella e tutti i giorni andava in Franciacorta a lavorare. Sposato e padre di tre figli, dopo il diploma all’istituto Pastori di Brescia si era subito dedicato al lavoro e all’enologia. Dopo aver collaborato anche con Contadi Castaldi, altra prestigiosa cantina della Franciacorta, come detto da un decennio lavorava per Monte Rossa, di cui era il direttore.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma in azienda, travolto e schiacciato: Massimiliano era padre di 3 figli
BresciaToday è in caricamento