Gargnano: spinelli su Facebook e una piantagione in casa

In manette un uomo di 36 anni residente a Gargnano: nella sua abitazione una pianta di marijuana alta tre metri, oltre a 120 grammi di 'erba' già pronta per essere venduta. Le indagini dei Carabinieri cominciate da Facebook

Un coltivatore diretto di piante di marijuana, che si era costruito una piccola ma efficiente piantagione all’interno del suo appartamento a Gargnano. Colto sul fatto dai Carabinieri di Salò, intervenuti a conclusione di indagini che sarebbero cominciate addirittura da Facebook.

Sul social network più famoso del mondo infatti tantissimi giovani raccontavano di questa ormai celebre ‘ganja’ locale, a chilometri zero, facile da acquistare e reperibile proprio a Gargnano. In manette ci è dunque finito un 36enne residente in paese: nella sua abitazione era rimasta una sola pianta (ma di dimensioni record, alta quasi tre metri), alcuni semi di canapa e 120 grammi di ‘erba’ già essiccata e pronta da vendere.

Il 'grosso' della piantagione originale sarebbe stato già smerciato e consumato. Il 36enne è stato condannato ad un anno e mezzo di reclusione, ma con pena sospesa: dovrà comunque provvedere al pagamento di un’ammenda di circa 3000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento