Cronaca

Un tuffo al risveglio, giovane mamma trovata morta nella piscina di casa

Dramma nella Bergamasca. La vittima è un’infermiera del Policlinico di Ponte San Pietro

Tragedia familiare a Prezzate di Mapello, comune della Bergamasca. La 44enne Maria Pilar Caccia è stata trovata morta dalla madre all'interno della piscina di casa. Il decesso è stato provocato molto probabilmente da un improvviso malore, ma per fugare ogni dubbio si attendono i riscontri dell’autopsia disposta dalla procura.

Dopo aver cenato in famiglia, una pizza assieme al marito Luca, alla madre e ai tre figli adolescenti, Maria Pilar era andata a dormire; una notte tranquilla. Al risveglio, poi, il tuffo in piscina, come era solita fare in questa stagione estiva. Qualcosa dev’essere andato storto e proprio quell’ultimo tuffo le è risultato letale. La 44enne era molto conosciuta per il suo lavoro di infermiera al Policlinico di Ponte San Pietro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tuffo al risveglio, giovane mamma trovata morta nella piscina di casa

BresciaToday è in caricamento